DIANO D’ALBA

Comune piemontese storicamente associato alle attività di caccia, allevamento e viticoltura. Il profondo legame con l’ambiente e l’amore per il vino ci rendono ambasciatori di una delle varietà storiche del territorio piemontese: il Dolcetto.
Nel 2010, i 76 sorì più vocati vengono iscritti al disciplinare regionale, istituendo il Diano d’Alba DOCG. I Sorì di Diano in paese vi guideranno alla loro scoperta.

Oggi Diano d’Alba è tra gli undici comuni riconosciuti per la produzione del Barolo DOCG e rientra di diritto nelle mete più ambite dell’enogastronomia ed enoturismo piemontese.

BAROLO DOCG

Undici comuni, 181 Menzioni Geografiche e circa duemila ettari vitati rendono quella del Barolo DOCG una delle realtà vitivinicole più coinvolgenti della scena nazionale.
Un territorio articolato, nel quale il suolo, l’esposizione e molti altri aspetti si fondono con il sapere di innumerevoli viticoltori, per creare qualcosa di unico ed inimitabile: una varietà, mille modi per gustarla : IL Barolo.

La Morra e Grinzane Cavour ospitano i due vigneti di Castagni e Raviole, con le rispettive parcelle che danno vita ai nostri grappoli di Nebbiolo da Barolo DOCG: li conoscevi?

VITI-CULTURA

La salute, mentale e fisica, dipende molto dalle nostre abitudini: produciamo e beviamo ciò che la terra ci offre, intervenendo quando necessario affinché i vigneti crescano sani e concedano frutti maturi e vigorosi.
Con il passare degli anni abbiamo unito insegnamenti di famiglia ed esperienza, portando in fermentazione solo il meglio dei nostri grappoli.

Accompagnare la pianta seguendo ogni sua fase di vita esalta tutto ciò che ne deriva, dalla pigiatura dei suoi frutti ai sapori concentrati nel calice.

vinoveglio-biologico-vendemmia10

In che modo ci colpisce la Natura? Ognuno la apprezza in modo diverso: noi cogliamo anche i più piccoli segni del suo evolvere e ci stupiamo di quanto lei sia, comunque, sempre avanti.

La nostra agricoltura biologica è un costante stimolo ad interpretare le annate, a seguire il volere della vite e di conseguenza, assecondarne lo sviluppo secondo quanto ci viene concesso, in vigna come in cantina